Pronto SoccOrso

Coloro che auspicano la vita selvaggia agli animali da compagnia li amano, ma coloro che rispettano le loro nature e che auspicano che essi vivano le loro vite naturali li amano di più. – Edwin Way Teale

Gli orsi evitano gli umani, ma i pochi individui adattati che hanno imparato a trovare il cibo nei villaggi creano molti problemi e cattiva fama verso “la categoria”. Gli orsi che si sono abituati a cercare cibo negli insediamenti umani spesso diventanto anche arditi nei loro tentativi di ottenere cibo direttamente dalle persone, creando qualche danno.

Gli orsi stanno all’immondizia come i tossicomani all’eroina. – Sid Marty in The Black Grizzly di Whiskey Creek

La gente è responsabile per i conflitti uomo-orso poiché rende disponibile il cibo umano agli orsi, spingendoli ad avvicinarsi ai villaggi. Fortunatamente così come abituiamo gli orsi ad avvicinarsi ai villaggi per il cibo, siamo anche stati in grado di abituarli al contrario. Avviene ormai da molti anni in America dove migliaia di persone vivono negli habitat degli orsi gomito a gomito con centinaia di orsi adattati. Qui  sono esposti molti esempi di situazioni in cui si è riusciti a risolvere questo problema.

DSC02514

Un paese nell’habitat dell’Orso
Ph: Sabrina Grape

Il nostro progetto di conservazione della comunità è il primo in Italia e segue il metodo di successo sviluppato e testato negli Stati Uniti dalla Bear Smart Society. Esso richiede un approccio di tutta la comunità ,attraverso la rimozione delle fonti di cibo, un vero e proprio invito per gli orsi ad entrare negli insediamenti umani. Qui in Abruzzo la più grande fonte di cibo antropogenico che attrae gli orsi è rappresentata da orti e frutteti abbandonati dove i prodotti non vengono raccolti e dal pollame lasciato in strutture non sicure e protette e alveari ai margini della foresta. E’ necessario, inoltre, rimuovere bacche, alberi da frutta e arbusti dai luoghi in cui l’orso non deve avvicinarsi, sostituendoli con alberi che non producano bacche, ciò scoraggerà l’avvicinarsi degli orsi a strade trafficate e villaggi.

collage_scanno

Il nostro progetto di ripulire i frutteti abbandonati per scoraggiare l’avvicinarsi degli orsi agli insediamenti umani coinvolge i residenti e la loro consapevolezza di ciò che si può fare per dare un importante contributo alla conservazione dell’Orso Marsicano. Se vuoi dare una mano a questo proposito, per favore contattaci.

collage_vols

I progetti Pronto SoccOrso, coinvolgono volontari nazionali ed internazionali. Se vuoi diventare un nostro volontario, contattaci.

Questi progetti:

  • Uniscono volontari locali ed internazionali;
  • Prevedono training per sviluppare abilità di comunicazione, tecnologia, costruzione tradizionale, disegno e progettazione, agricoltura, conservazione, progetti di sviluppo e management,lingue straniere, consapevolezza interculturale, imprenditorialità;
  • Supportano ed incoraggiano i giovani a vivere esperienze di sviluppo innovative;
  • Coinvolgono i giovani nella società civile;
  • Offrono ai partecipanti opportunità per imparare nuove culture e nuovi sistemi di valori;
  • Costruiscono auto-stima e nuove amicizie;
  • Risolvono i problemi della conservazione della comunità;
  • Ospitano i volontari stranieri nelle famiglie locali;
  • Incoraggiano la comunità a partecipare alla vita della natura selvaggia;
  • Coinvolgono partners come il WWF e il Parco Nazionale d’Abruzzo;

Le attività pratiche per la prevenzione dell’avvicinamento dell’Orso agli insediamenti umani includono:

  • Mappatura digitale dei frutteti e dei pollai intorno ai villaggi;
  • Iniziative per consultare i proprietari dei frutteti e dei pollai ed ottenere i permessi di intervento. Censire i frutteti incolti e riconvertirli nella produzione di prodotti utili alla salute;
  • Assistenza nella progettazione e costruzione di solidi pollai in muratura;
  • Costruzione e formazione sull’uso di barriere elettriche intorno agli alveari;
  • Organizzazione di presentazioni ed eventi formativi per sensibilizzare le popolazioni sulla corretta convivenza con l’orso;
  • Rimozione delle attrattive per gli orsi all’interno dei paesi;
  • Piantare alberi e cespugli per incrementare la corretta ricerca di cibo fuori dagli insediamenti umani.

Vogliamo prevedere soluzioni sostenibili, utili sia all’uomo che alla natura e provare che, anche in Italia, così come le esperienze di altri paesi esteri hanno dimostrato, è possibile che gli orsi, se abituati,abbandonino i tentativi di incursione nei centri abitati e trovino cibo nel loro habitat selvaggio.

nicola_di_sario_016

I boschi della Camosciara dal Monte Marsicano
Ph: Nicola Di Sario