Cosa Facciamo

Soluzioni sostenibili per persone e fauna selvatica.

Pensiamo che risolvere i problemi di conservazione della fauna selvatica e i conflitti con essa significhi lavorare con le persone. Un Ponte con la Natura è un organizzazione pratica, sviluppiamo e gestiamo progetti innovativi per sviluppare le competenze e l’occupabilità di giovani e volontari ed allo stesso tempo risolvere problemi di conservazione nelle comunità in cui operiamo.

vols_poland

I volontari sono uno degli elementi chiave dei nostri progetti
Ph: Sabina Pierużek-Nowak

Il nostro lavoro è incentrato sullo sviluppo delle competenze e delle opportunità per le persone, soprattutto i giovani, attraverso il loro coinvolgimento in progetti di conservazione. Mettendo insieme vecchi e giovani, locale e internazionale, coniugando innovazione e tradizione creiamo soluzioni di cui beneficiano sia le persone che la fauna selvatica.

L’implementazione di tutti i nostri progetti dipende strettamente dal lavoro di questi giovani e dei volontari, con cui lavoriamo per settimane o mesi a seconda del progetto, facendo sì che, operando all’interno di progetti di conservazione, migliorino le loro doti di comunicazione, progettazione, soluzione dei problemi, know-how tecnologico, creazione di impresa, miglioramento delle loro caratteristiche di occupabilità, e dell’autostima

I nostri principali progetti sono :

Custodi della Terra

priority areas

L’uso dei GIS per identificare le aree ad alta priorità nei nostri progetti Credit: Louise Sutherland

Gli agricoltori gestiscono il 40% della terra del piante. Lavoriamo con agricoltori e team di volontari per sviluppare e migliorare gli habitat per la fauna selvatica sulle loro terre, e supportarli nello sviluppare nuovi modelli ed opportunità di guadagno.

L’uso di modelli del territorio basati sul Sistema Informativo Territoriale (GIS) che contengono dati sulle esigenze del comportamento e di habitat dell’orso, ci permette di localizzare le aree in cui sono presenti criticità sull’espansione dell’orso o sulla connettività dell’habitat. Stiamo cercando terra da affittare in queste aree critiche per riconnettere questi habitati frammentati e gestirli in modo da creare benefici sia alle persone che alla fauna selvatica. Se sei un proprietario terriero interessato a lavorare con noi e sviluppare nuove opportunità sulla tua terra, contattaci ! Vuoi mangiare cibo “wildlife friendly”, supportare le comunità rurali e la conservazione ? Fra poco ti daremo la possibilità di acquistarlo direttamente da noi !

Questo fa sì che:

  • gli animali possano muoversi più agevolmente sul territorio e vivere al di fuori delle aree protette,
  • crea nuove opportunità per gli agricoltori nel vendere prodotti “wildlife friendly” e
  • dà ai giovani tutto l’addestramento e le opportunità per stabilire dei rapporti di partenariato e micro impresa con gli imprenditori agricoli gestendo la vendita dei loro prodotti su mercati, più o meno di nicchia, nazionali ed internazionali.
DSCF0677

L’uso dei Flandry e dei recinti mobili per la protezione delle greggi
Ph: Louise Sutherland

Riduzione dei Conflitti

Abbiamo anche eseguito progetti specifici per aiutare gli agricoltori a vivere con carnivori. Dove i lupi e gli orsi sono stati assenti per lunghi periodi di tempo, metodi di coltivazione cambiano e la gente smette di utilizzare le tecniche che possono impedire la predazione. Queste tecniche di successo sono utilizzati in tutto il mondo, ovunque la gente vive con carnivori. Aiutiamo gli agricoltori impediscono depredation bestiame consigliando il costo, efficaci tecniche semplici come recinzioni elettrificate, fladry e uno dei nostri principali progetti si propone di contribuire a fornire bestiame cani addestrati guardia.

Inoltre stiamo avviando un progetto specifico per aiutare gli allevatori a convivere con i carnivori. Li dove lupi e orsi sono stati assenti per lunghi periodi di tempo, abbiamo assistito a cambiamenti nei modelli di allevamento, che hanno portato gli allevatori ad abbandonare quelle tecniche utili a prevenire le predazioni. Queste tecniche sono ormai usate in tutte le parti del mondo, dovunque le persone convivano con animali carnivori. Aiutiamo gli allevatori ed agricoltori a prevenire le predazioni delle loro greggi impediscono depredation bestiame consigliando il costo, efficaci tecniche semplici come le recinzioni elettriche,le barriere flandry e l’uso di cani pastore addestrati. E uno dei nostri principali progetti si propone di contribuire a l’uso di cani pastore addestrati..

Per supportare e premiare questi allevatori ed agricoltori che fanno questi sforzi extra per convivere con i carnivori, promuoviamo e vendiamo i loro prodotti, aiutandoli a raggiungere nuovi mercati. Vuoi supportarli ? Presto potrai acquistare i loro prodotti presso di noi, intanto qui puoi trovare altre informazioni sul nostro lavoro.

Infine, lavoriamo in partenariato con altre organizzazioni di conservazione locali e supportiamo i parchi nazionali ad implementare le linee guida di gestione del pascolo create all’interno del progetto LIFE ARCTOS per la coesistenza di carnivori e allevamenti di bestiamo.

Connettività degli habitat

DSC02521

Frutteti a terrazzamento abbandonati. Ph: Sabrina Grape

Le popolazioni sane di orsi hanno bisogno di vasti aerali, con diversi tipi di vegetazione e aree di habitat indisturbato, per fornire cibo a sufficienza e permettere loro di muoversi in sicurezza. L’alto tasso di disoccupazione di queste piccolissime comunità rurali porta spesso i giovani a lasciare questi villaggi in cerca di lavoro nelle grandi città. Questo ha portato all’abbandono di grandi appezzamenti di terreno agricolo. Lavoriamo con gruppi di giovani volontari italiani ed internazionali, proprietari terrieri ed autorità locali per creare nuovi introiti dal gestire queste terre e portare benefici sia alle persone che alla fauna selvatica.

Sosteniamo la creazione di impresa insegnando nuove competenze, fornendo formazione per la creazione di nuove opportunità di reddito e la creazione di partenariati tra le imprese esistenti e i giovani.

DSCF0506

Un albero di noce piantato su una terra abbandonata
Ph: Louise Sutherland

Rimboscando i terreni agricoli abbandonati con alberi e piante che possano dare introiti economici alle persone, come noci, mandorli, castagni, noccioli, piante ed erbe dalle proprietà medicinali, cosmetiche e culinarie, insieme a specie essenziali per gli orsi, come noci, ciliegi selvatici, meli, ramno e altri alberi ed arbusti da frutto autoctoni, creiamo una terra che puo’ dare beneficio sia alle persone che alla fauna selvatica.

 

science training

L’educazione è una parte essenziale dei nostri progetti Ph: Louise Sutherland

Capire la fauna selvatica

Addestriamo e supportiamo i nostri volontari ad effettuare incontri, discussioni e presentazioni nelle loro comunità e nelle scuole.  Inoltre effettuiamo presentazioni, seminari e passeggiate guidate nelle comunità e territori in cui lavoriamo. Se vuoi organizzare un evento con noi, contattaci !

Pronto SoccOrso

Gli “orsi problematici” non sono nati tali, è stata la nostra noncuranza a crearli abituandoli ed entrare nei paesi in cerca di cibo assicurato. Cambiare questi comportamenti negli orsi necessita di comprensione e cooperazione nelle comunità.  Sosteniamo progetti Bear Smart!  La nostra missione è quella di provare che qui in Italia, così come tantissimi esempi all’estero hanno già provato, quando gli orsi “abituati” non vengono ricompensati con cibo non naturale, i villaggi vengono trascurati per cercare fonti naturali di cibo altrove.

collage

Ph: Raffaele Marinelli (volpe, lupo, gatto selvatico) e Nicola Di Sario (Gheppio)