Osservare la fauna selvatica

Se ti ricollegherai con la natura e la vita selvaggia non troverai solo il senso della vita, ma potrai sperimentare cosa significa essere veramente vivi. – Sylvia Dolson

Osservare la fauna selvatica è un’esperienza eccitante e ricca di soddisfazioni. Tuttavia, come tutte le forme ricreative all’aperto, se praticata irresponsabilmente puo’ mettere in pericolo l’oggetto delle nostre osservazioni. Considera quindi gli effetti della tua presenza e delle tue azioni, c’è una linea molto sottile a dividere il vedere e il violare il mondo naturale. I seguenti consigli possono aiutarti a praticare le tue osservazioni con divertimento e rispetto.

Vicino è bello?

Non provare ad avvicinarti troppo agli animali per fare belle foto o avere una vista migliore. Non farai altro che provocare stress e disturbo. Se un animale ti sembra nervoso, allontanati. Usa un buon binocolo o obiettivi con la giusta lunghezza focale per vedere e fotografare la fauna selvatica da una certa distanza. Non provare a dare fastidio o far scappare gli animali pensando di poter fare foto migliori.

Appostati e aspetta

Nasconderti fra le piante puo’ aiutarti a non essere visto, anche un veicolo (li dove previsto e sempre che non dia fastidio) puo’ funzionare bene come “capanno”, visto che gli animali sono più spaventati da persone a piedi. Avrai bisogno di molta pazienza, ma fidati, è molto meglio sederti e diventare partecipe di tutta la bellezza che è intorno a te. Aspetta e sarai ricompensato.

Fai i compiti a casa

Studia su guide da campo e fai ricerche sugli animali che vuoi osservare o fotografare. Conoscerne i bisogni ed il  comportanemto renderà la loro ricerca, osservazione ed identificazione più semplice e soddisfacente. E ti insegnerà anche a non arrecargli disturbo.

Vestiti come si deve

Mentre sei appostato, fermo, che tu sia in un capanno o seduto su una collina, potrebbe fare freddo! Vestiti a strati in modo da poterti regolare a seconda della temperatura. Evita di mettere profumi e di fumare, gli animali ti sentirebbero da molto lontanto ed eviteranno di farsi vedere.

Il silenzio è prezioso

Muoviti in silenzio e fai in modo che i tuoi eventuali compagni di escursioni facciano altrettanto. Cerca di evitare vestiti che facciano rumore stropicciandosi o con sistemi in Velcro, farai scappare tutto il bosco. Se devi parlare, fallo sottovoce. Allo stesso tempo disturberai meno la fauna e ne vedrai di più.

Non toccare!

Cercare di toccare un animale selvatico è pericoloso per te e per lui. Piccoli uccelli o cerbiatti che apparentemente potrebbero sembrare soli, non sono stati abbandonati dalla madre, è una normale strategia e i loro genitori sono probabilmente nelle vicinanze ad aspettare che tu vada via per nutrirli.

Non dare da mangiare agli animali

Nutrire animali selvatici puo’ abituarli all’uomo, abitudine che puo’ portare a conseguenze nefaste come incidenti stradali o gli orsi condizionati dal cibo. Nutrire gli animali interrompe il loro normale comportamento, crea competizioni innaturali, puo’ portare ad aumenti della loro popolazione e puo’ far sì che essi perdano la loro “selvaticità”. Senza contare che generalmente il cibo umano è più povero di nutrienti rispetto al loro cibo naturale.

Non lasciare il sentiero

Cammina solo sui sentieri e lascia bici ed altri veicoli sulla strada. Rimani sui sentieri tracciati ed ufficiali dei Parchi. Camminare fuori sentiero puo’ arrecare grave disturbo alla fauna, danneggiare la vegetazione e causare erosione. Visita i centri di accoglienza dei Parchi che vuoi visitare e acquista una cartina dei sentieri, o dotati di un GPS con le mappe dedicate.

Rispetta la proprietà

Sii rispettoso verso gli altri tuoi “colleghi” e i proprietari della terra in cui ti muovi. Chiedi il permesso prima di entrare in proprietà private e non arrecarvi disturbo. Diventa un buon ambasciatore delle buone maniere per gli altri wildlife watchers e fotografi!

Ogni cosa al suo posto

Non raccogliere o spostare oggetti naturali o gli stessi animali, in quanto così facendo potresti rimuovere materiali dal ciclo dei nutrienti della terra o  interferire con le marcature territoriali di alcune specie. Non spostare mai animali, piante o pesci da un sito all’altro perchè potresti causare enormi danni per trasporto di malattie, predazione innaturale e competizione. E’ vietato rimuovere le rocce, fiori, palchi, ecc dai parchi nazionali. Ricevono milioni di visitatori all’anno, la rimozione di tali oggetti danneggerebbe inutilmente l’habitat.

Non chiamarci, ti chiameremo noi

Pratiche come il wolf howling, uso di richiami e imitazioni varie per provocare una risposta da parte degli animali sono, o dovrebbero, essere vietate all’interno delle aree protette, e sono addirittura sconsiderate al di fuori di esse. Queste attività raramente provocano una risposta, ma possono interrompere il flusso naturale delle abitudini della fauna selvatica e sono fastidiose per gli altri visitatori. E’ stato dimostrato che utilizzare richiami registrati o manuali  per attirare la fauna selvatica puo’ causare uno stress per alcune specie, interrompendo corteggiamento, nidificazione e l’alimentazione. Impara a riconoscere e comprendere i versi della fauna selvatica e i canti degli uccelli, o semplicemente ascolta e godi dei diversi e bellissimi suoni che ti circondano.

Non seguire gli animali

Non cercare di seguire o addirittura rincorrere gli animali, che sia a piedi o con un veicolo, specialmente in una posizione che potrebbe effettivamente impedire alla fauna selvatica di attraversare una strada. Gli animali che si avvicinano ad esse lo fanno infatti solo perchè hanno necessità di attraversarle. Permettiglielo. Forzare un animale a muoversi o cambiare il suo comportamento è inaccettabile e vietato in tutte le aree protette. Impara ad anticipare i loro movimenti e tieniti lontano dalla loro strada !

Guida piano

50 kmh sono una velocità più che sufficiente per sperare di vedere qualche animale. Inoltre le possibilità di investire un animale e causarne il ferimento o la morte sono molto ridotte a basse velocità. Questo è particolarmente importante di notte, all’alba e al tramonto, quando le possibilità che un animale attraversi la strada sono maggiori. Se mentre ti muovi ad andatura ridotta ci sono altre macchine dietro di te, accosta e falle passare. Se incontri un animale lungo la strada, rimani in macchina, avrai più possibilità di non farlo scappare.

Rispetta le Aree Protette

Non entrare nelle aree interdette e riserve integrali. Queste aree, temporanee o permanenti sono state create per permettere agli animali selvatici di riprodursi o nutrirsi senza disturbo, e sono sempre ben segnalate. Avere rispetto degli animali significa avere a cuore la loro salvaguardia prima ancora del desiderio di vederli o di fotografarli. Le aree interdette sono generalmente più piccole di quelle aperte, e rispettarle è il minimo che possiamo fare per far sì che la fauna selvatica sopravviva.

Non arrecare disturbo a nidi e tane

Se sei a conoscenza di un sito riproduttivo o un nido che non è interdetto, non andarci. La chiusura di un’area non è ovviamente effettuata ogni volta che c’è bisogno di proteggere gli animali selvatici. Usa il buon senso ed evita di arrecare disturbo in queste situazioni.

Sii grato

Apprezza quello che vedi. Gli avvistamenti della fauna selvatica non sono garantiti, e potresti non vedere quello che speravi. Ma non essere deluso, prova piacere per quello che hai visto, anche se ti sembra poco. Osservare animali nel loro regno non è come vedere un documentario in TV, alcune visioni possono essere una questione di un attimo, ma con un po’ di fortuna e pazienza di aspettare, e imparando a non arrecare disturbo, avrai sempre più possibilità di godere di questi fantastici momenti.

nicola_di_sario_014

Picchio Muraiolo
Ph: Nicola Di Sario